Come fare un massaggio rilassante ai piedi

Il massaggio ai piedi è uno dei migliori rimedi per riuscire ad eliminare lo stress in poco tempo. Nei nostri articoli precedenti vi abbiamo descritto le origini dello stress e consigliato i vari rimedi per evitarlo ma quando persiste per troppo tempo, finisce con il dare origine a nodi muscolari e a tensioni fisiche. In questo modo si verificano dolori in parti del corpo molto sensibili come reni, schiena, collo, spalle ecc.

I vantaggi del massaggio ai piedi

Se prendiamo in considerazione la pelle noteremo che essa è dotata di molteplici funzioni, infatti ha il compito di farci percepire i fattori esterni come l’umidità, il caldo e il freddo o fattori che provocano dolori come graffi e scottature. Per queste ragioni la pelle può essere considerata come un vero e proprio organo, certo superficiale ma con un ruolo ben stabilito.

Essa è possiede moltissimi recettori sensoriali, legati al sistema nervoso. Le informazioni raccolte sono inviate al cervello, dove sono velocemente decifrate, scaturendo una reazione. Se siete sottoposti a un massaggio i recettori sensoriali sono i primi elementi ad essere interessati poiché le mani del massaggiatore sulla pelle provocano immediatamente una sensazioni di estremo benessere.

Questo però non è tutto! Un massaggio ben eseguito agisce anche il sistema muscolare e osteo-articolare, rilassando i muscoli, sciogliendo le articolazioni bloccate e stirando i legamenti.
Molto spesso lo stress è al livello epidermico e finisce col provocare dolori. Dunque il massaggio è un vero metodo per allentare le tensioni fisiche e ha il potere di far dimenticare le situazioni che provocano i disagi psichici.

Se provate il massaggio energetico noterete che agisce sulla libera circolazione dell’energia vitale lungo i meridiani. Non solo distende ma armonizza il flusso della circolazione per migliorare la funzionalità degli organi.

Come si effettua il massaggio ai piedi

Se praticate un massaggio ai piedi, allenterete le tensioni. Quando un organismo è rilassato accumula meno tossine rispetto a uno stressato. Dovete imparare i punti sui quali dovete insistere per ottenere un trattamento disintossicante.

La pianta dei piedi è una specie di mappa riflessa all’interno del corpo umano. Se con l’utilizzo del massaggio stimolate delle zone corrispondenti a un determinato organo, riuscirete ad agire positivamente sulla sua funzionalità.

Come si fa il massaggio? Esso viene svolto in tre tempi:

  1. Massaggiare dolcemente tutto il piede con crema o olio
  2. Insistere maggiormente sui punti scelti, prima sulla parte superiore del piede
  3. Passate successivamente sotto la pianta del piede sia a destra e sia a sinistra (zone che corrispondono ai reni)

Nel momento in cui avvertite in una zona un dolore, vuol dire che avete sollecitato una parte che corrisponde a una funzione che ha bisogno di essere riattivata, quindi continuate a far pressione, non fermatevi!

Desiderate accelerare il processo di disintossicazione? Bene, dovete puntare sulle dita del piede! Massaggiate in maniera più intensa soprattutto sull’alluce, sopra e sotto. Ad esso, infatti, corrispondono i gangli linfatici. Durante il suo viaggio, la linfa sosta nei piccoli gangli dove depone una parte di quello che ha raccolto per facilitare il suo percorso. Questi gangli sono cumuli di sostanze di rifiuto e filtri. Di conseguenza , se stimolati , possono liberarsi più velocemente dalle scorie lasciate dalla linfa.