tutte le motivazioni che causano le vene varicose

Le cause delle vene varicose

Il rallentamento della circolazione sanguigna, dovuta al malfunzionamento delle valvole, crea una dilatazione delle vene, tale da creare le vene varicose. Queste si presentano di colore blu, e possono essere sensibili al tatto e visibili ad occhio nudo. Possono presentarsi di varie forme, strutturalmente parlando, con intrecci e filamenti che si incastrano fra loro.

Nella maggior parte dei casi, le possiamo trovare sulla parte anteriore degli arti inferiori, provocando dolori ed affaticamenti alle gambe stesse. A causa di queste vene, si verificano dei malfunzionamenti a livello della circolazione del sangue: il cuore, dovrebbe ricevere sangue, in maniera fluida e veloce, invece in questo caso non riesce ad acquisirne totalmente, a causa proprio delle vene indebolite, maggiorate e che portano il sangue, in aree non conformi.

L’elenco delle principali cause

Le cause delle vene varicose, possono essere molteplici e variano a seconda del soggetto interessato. Nella maggior parte dei casi, la causa è imputabile a:

  • Sesso di appartenenza: ne soffrono maggiormente le donne, ma anche gli uomini vengono colpiti dalle vene varicose.
  • Ereditarietà: presenza e formazione congenita delle vene varicose, in soggetti di ogni età e appartenenza di sesso.
  • Obesità: i grassi accumulati, sono a lungo andare, uno dei fattori scatenanti relativamente la formazione di vene varicose. Anche il peso, che le gambe devono sostenere del proprio corpo, aumenta le problematiche di circolazione del sangue.
  • Età: la manifestazione si aggira dai 30 ai 50 anni
    Lavoro in una realtà dove c’è molto caldo e la posizione del corpo, resta eretta, favorisce la formazione di vene varicose.
  • Rallentamento della pompa muscolare: questo rallentamento, comporta un mancato flusso del sangue e, di conseguenza, la formazione di vene varicose, seguite da dolori ed affaticamento
  • Gravidanza, menopausa: in questi casi, si verifica uno squilibrio ormonale, con conseguenze diverse, tra cui la formazione delle vene varicose.
  • Ipertensione venosa: questa patologia, porta il cuore ad affaticarsi e ricevere meno afflusso sanguigno. E’ necessario, che sia il medico a verificare ed indicare quella che può essere il giusto rimedio, prima di incorrere in malattie più gravi.
  • Sedentarietà: la troppa sedentarietà, porta la circolazione sanguigna a non lavorare correttamente e rallentare l’apporto corretto al sangue. Le vene varicose, in questo caso, si presentano in molti soggetti. L’ideale, sarebbe, un movimento, da effettuare anche solamente mezz’ora al giorno, come una camminata veloce o corsa. Se si ha tempo e disponibilità, si raccomanda di seguire un corso in palestra.